5 libri da leggere per viaggiare in luoghi lontani

Benvenutə, carə lettorə, all’inaugurazione di questa nuova rubrica dedicata ai miei consigli d’inchiostro.

Con questa prima cinquina vorrei proporvi dei viaggi, viaggi fisici e mentali, viaggi dell’anima e del cuore. In questo periodo di pandemia, il bisogno di viaggiare e sentirsi liberi, mente e corpo, è più forte che mai. E se la possibilità di saltare su un aereo ci è preclusa, nulla ci vieta di sederci comodə con un libro tra le mani.

Siete prontə per volare con me sulle pagine dell’avventura? Cominciamo!

1. SOGNAVO L’AFRICA di Kuki Gallmann

La vita delle tribù, la fauna selvaggia, le sfumature calde di un tramonto africano, questo e molto altro vi aspetta tra le pagine di “Sognavo l’Africa”, il racconto autobiografico di Kuki Gallmann, italiana trapiantata in Kenya. A venticinque anni, con un divorzio e un brutto incidente alle spalle, realizza il sogno che l’accompagna fin da bambina e si trasferisce in Africa con il secondo marito, Paolo, e il figlio, Emanuele.
La sua vita in Kenya è fonte di grandi gioie ma anche grandi dolori. Quella di Kuki è una storia di libertà e di rinascita, una storia ricca di insegnamenti e dal grande peso emotivo, ma è anche la storia dell’Africa.
Kuki ci trasporta, mente e anima, in un viaggio che sa di poesia, tra le valli e gli altopiani kenioti, tra la fauna e la flora della savana, senza tuttavia risparmiarci le zone d’ombra di questa terra, il lato oscuro: il bracconaggio, un fenomeno contro cui Kuki si batte da tutta la vita. La ricerca di una coesistenza armoniosa tra uomo e natura è lo scopo primario della sua vita ed è proprio con quest’obiettivo che fonderà la “Gallmann Memorial Foundation”.

Se vi manca la sensazione del calore del sole sulla pelle e desiderate riempirvi gli occhi di meraviglia, “Sognavo l’Africa” è il libro che fa per voi.  

2. BAGLIORI A SAN PIETROBURGO di Jan Brokken

Se invece il vostro sogno è quello di danzare sotto i fiocchi di neve, allora non vi resta che affidarvi alla scrittura di Jan Brokken che, con il suo “Bagliori a San Pietroburgo”, è pronto a prendervi a braccetto e ad accompagnarvi tra le bellezze di San Pietroburgo.
Un viaggio nel tempo e nella storia, “una passeggiata fra presente e passato attraverso strade, teatri, case e musei sulle tracce dei personaggi che hanno reso Pietroburgo una capitale mitica della cultura europea”. Jan Brokken ci pone tra le mani una cartina culturale e paesaggistica di San Pietroburgo, sovrapponendola a quella dell’allora Leningrado.

Le atmosfere russe si respirano a pieni polmoni tra queste pagine.

Quello in compagnia di Brokken è un viaggio intimo, fatto di arte e letteratura, musica, ricordi, citazioni e frammenti di vita, un viaggio che vale la pena intraprendere, parola mia.  

3. IL PAESE DEL SALE E DELLE STELLE di Zeyn Joukhadar

Per viaggiare in compagnia di Zeyn Joukhadar avrete bisogno solo di uno zaino e di un paio di scarpe comode. “Il Paese del Sale e delle Stelle” è un libro intimo e delicato che racconta due storie in parallelo: da una parte seguiremo le vicende di Nour, una ragazzina di dodici anni ritornata in Siria dagli Stati Uniti dopo la morte del padre e dall’altra faremo un salto indietro nel tempo di diversi secoli per trovare Rawiya, una ragazza costretta a fingersi uomo per realizzare il suo più grande sogno e partecipare alla spedizione per disegnare la carta geografica del mondo.
Attraverso gli occhi di
Nour sperimenteremo sulla nostra pelle la realtà siriana, fatta di colori e sapori ma anche di bombe e morte. Con Nour viaggerete non solo attraverso Siria e Marocco, passando per la Libia, la Giordania e l’Egitto, ma anche tra le pieghe delle emozioni, lungo una strada lastricata di devastazione e speranza. A darci un po’ di respiro ci pensa Rawiya, con la quale attraverseremo i mari ed esploreremo terre lontane. Siete mai stat
ə alla corte di un Re? Avete mai attraversato il deserto o una tempesta di sabbia? Zeyn Joukhadar vi farà vivere queste e altre mille avventure.  

4. L’ARTE DI ASCOLTARE I BATTITI DEL CUORE di Jan-Philipp Sendker

Se il vostro desiderio è di intraprendere un viaggio verso la Birmania con Jan-Philipp Sendker, mi raccomando, non dimenticate di riempire la vostra valigia con chili e chili di fazzolettini. Aprite il vostro cuore e la vostra mente, lasciate che le parole vi conducano in un viaggio dei sensi tra i villaggi e le campagne della Birmania, tra le meraviglie della natura e le sue spettacolari strutture architettoniche. Abbandonate ogni pregiudizio e immergetevi completamente nella società birmana, una società fondata sulle superstizioni e sulla povertà. 

“L’Arte di Ascoltare i Battiti del Cuore” non è solo un viaggio fisico – per quanto metaforico – ma anche un viaggio mentale e filosofico che vi farà riscoprire la saggezza buddista e il vero valore dell’amore e della felicità.

5. IL RE DELL’UVETTA di Fredrik Sjöberg

I viaggiatorə più curiosə dovranno invece fare affidamento sulla scrittura di Fredrik Sjöberg che, nel suo ultimo libro “Il Re dell’Uvetta”, narra la vita all’insegna dell’avventura e della scoperta di Gustaf Eisen, “zoologo, pittore, archeologo, fotografo, leggendario esperto di lombrichi in Svezia e pioniere della coltivazione dell’uvetta in California”.
Mille vite e mille avventure vi attendono in questo viaggio intorno al mondo in compagnia di Fredrik e il suo Gustaf. Avrete la possibilità di setacciare i luoghi più sperduti del pianeta, di soggiornare sulla misteriosa isola 
Gotska Sandön, di scoprire la più ricca collezione di tessuti maya al mondo in Guatemala e di tenere tra le mani il presunto Santo Graal in Antiochia.  

Beh, che cosa state aspettando?
Queste e tante altre curiosità vi stanno aspettando!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi